UN WELFARE AL PASSO COI TEMPI

 

Sono cambiate molte cose rispetto agli albori dello stato sociale di diritto, il sistema sociale che ha promosso e fatto proprio il cd. Welfare. Nel giro di pochi lustri, è cambiato tutto.

Prima l’obiettivo era quello di ampliare il ventaglio di interventi, sia in termini di qualità che di quantità, ora siamo in una fase in cui al legislatore compete di trovare non tanto la soluzione ma una soluzione per arginare i costi, garantendo le prestazioni necessarie. 

La tematica è stata affrontata diffusamente all’interno degli organismi direttivi dell’UpT, sl punto tale di essere codificata nelle priorità del nostro programma.

Il punto nodale è quello di far sì che non si faccia un ricorso indiscriminato ed incontrollato di agevolazioni e benefici, ma sia richiesto/preteso un corrispettivo in termini di impegno o controprestazione.

In sostanza quanto proposto dal Comune di Rovereto, riportato qualche giorno fa dalla stampa locale.

Ritengo sia un percorso da seguire, per correttezza, per senso di responsabilità verso la collettività, per dovere civico.

ANTONIETTA NARDIN

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...